Alpi4000

Km Parziali

1453
km

Km Tappa

97
km

Dislivello parziale

22615
m dsl+

Dislivello tappa

2569
m dsl+

La Tappa

E’ l’ultimo sforzo, ma è anche la tappa regina di ALPI 4000 con la salita di RE STELVIO.

Da Merano stando sulla ciclabile della val Venosta  sino a Prato allo Stelvio (918 m s.l.m.). Da qui si sale per 25 km, con pendenze sempre crescente.

I primi 8 km di salita sono i più pedalabili con una pendenze media attorno al 5%. Poi, dopo un falsopiano, si iniziano i 48 tornanti, con pendenze medie un poco più impegnative (8%). Superando Trafoi, le pendenze diventano più importanti, ma il panorama sul monte Ortles aiuta a non sentire la fatica. La parte conclusiva della salita è molto regolare, ma i tornanti si susseguono e lo sforzo richiesto è massimo.

I tornanti sono tutti numerati a ritroso, per far capire quanto manca alla cima.
La pendenza media della salita è del 7,4%, la pendenza massima è dell'11% per un dislivello complessivo che supera i 1800 m . Arrivati ai mt 2758 del Passo dello Stevio hai il CORONAMENTO DELLA TUA IMPRESA : ALPI 4000 2022

Dal passo discesa, per 4 km sino al bivio Passo Umbrail , poi dopo tre tornanti un lungo rettilineo verso le cascate del Braulio.Da qui dopo una serie di piccole gallerie ben illuminate arrivo a Bormio

I Luoghi

Dal laghetto incantato di Brugg sulla ciclabile e costeggiando in buona parte l’ Adige  arrivo a Prato allo Stelvio situato nel Parco Nazione dello Stelvio. La salita ci porta a

Trafoi, idilliaco paesino che sorge sull’Ortles a 1.570 metri di altitudine e vivono appena 90 persone. Questo paesino è un apprezzato punto di partenza per escursioni in alta montagna o itinerari ciclistici. Siamo nel gruppo dell’Ortles circondato da grandi ghiacciai del parco naturale . Da qui al Passo dello Stelvio che con una altitudine 2.758 m s.l.m. e collega –( solo durante la stagione estiva ) Lombardia, Svizzera e Alto Adige, attraverso la strada carrozzabile più alta d'Europa. L'apertura passo Stelvio è in genere per la seconda metà di Maggio, mentre la chiusura è per i primi giorni di Novembre.

La strada per il passo Stelvio è immersa in un parco naturale, in una zona intrisa di storia.
La storia della Prima Guerra Mondiale, con le trincee e i molti resti militari, che testimoniano un periodo triste e duro della storia e - in secondo luogo - quella della bicicletta, con le imprese epiche durante le tappe del Giro d'Italia.

Nella discesa  si entra nella val del Braulio passaggio a fianco delle cascate.

Prima di arrivare a Bormio si  incontro le località termali,una delle principali attività  del  luogo, Bagni Vecchi e Bagni Nuovi . Ancora qualche km è si arriva a BORMIO, splendida cittadina della Valtellina , meta turistica estiva ed invernale 


Clicca sul logo di Openrunner sopra per scaricare il GPX

E’ l’ultimo sforzo, ma è anche la tappa regina di ALPI 4000 con la salita di RE STELVIO.

Da Merano stando sulla ciclabile della val Venosta  sino a Prato allo Stelvio (918 m s.l.m.). Da qui si sale per 25 km, con pendenze sempre crescente.

I primi 8 km di salita sono i più pedalabili con una pendenze media attorno al 5%. Poi, dopo un falsopiano, si iniziano i 48 tornanti, con pendenze medie un poco più impegnative (8%). Superando Trafoi, le pendenze diventano più importanti, ma il panorama sul monte Ortles aiuta a non sentire la fatica. La parte conclusiva della salita è molto regolare, ma i tornanti si susseguono e lo sforzo richiesto è massimo.

I tornanti sono tutti numerati a ritroso, per far capire quanto manca alla cima.
La pendenza media della salita è del 7,4%, la pendenza massima è dell'11% per un dislivello complessivo che supera i 1800 m . Arrivati ai mt 2758 del Passo dello Stevio hai il CORONAMENTO DELLA TUA IMPRESA : ALPI 4000 2022

Dal passo discesa, per 4 km sino al bivio Passo Umbrail , poi dopo tre tornanti un lungo rettilineo verso le cascate del Braulio.Da qui dopo una serie di piccole gallerie ben illuminate arrivo a Bormio

1453
97
22615
Merano Bormio 2
2569

Dal laghetto incantato di Brugg sulla ciclabile e costeggiando in buona parte l’ Adige  arrivo a Prato allo Stelvio situato nel Parco Nazione dello Stelvio. La salita ci porta a

Trafoi, idilliaco paesino che sorge sull’Ortles a 1.570 metri di altitudine e vivono appena 90 persone. Questo paesino è un apprezzato punto di partenza per escursioni in alta montagna o itinerari ciclistici. Siamo nel gruppo dell’Ortles circondato da grandi ghiacciai del parco naturale . Da qui al Passo dello Stelvio che con una altitudine 2.758 m s.l.m. e collega –( solo durante la stagione estiva ) Lombardia, Svizzera e Alto Adige, attraverso la strada carrozzabile più alta d'Europa. L'apertura passo Stelvio è in genere per la seconda metà di Maggio, mentre la chiusura è per i primi giorni di Novembre.

La strada per il passo Stelvio è immersa in un parco naturale, in una zona intrisa di storia.
La storia della Prima Guerra Mondiale, con le trincee e i molti resti militari, che testimoniano un periodo triste e duro della storia e - in secondo luogo - quella della bicicletta, con le imprese epiche durante le tappe del Giro d'Italia.

Nella discesa  si entra nella val del Braulio passaggio a fianco delle cascate.

Prima di arrivare a Bormio si  incontro le località termali,una delle principali attività  del  luogo, Bagni Vecchi e Bagni Nuovi . Ancora qualche km è si arriva a BORMIO, splendida cittadina della Valtellina , meta turistica estiva ed invernale 

14